Abbinamento per contrapposizione

Comments: 0

L’abbinamento più piacevole si ha quando il vino esprime caratteristiche opposte a quelle del cibo.

Sapidità, tendenza amarognola, tendenza acida, tendenza dolce, grassezza, untuosità e succulenza sono le sensazioni che nell’abbinamento seguono il principio della contrapposizione.

La sapidità, la tendenza amarognola e la tendenza acida, sono le durezze del cibo, e determinano una certa aggressività, più o meno decisa a seconda delle pietanze.

Per smorzare queste durezze, il vino proposto in abbinamento deve avere un’ottima morbidezza, nel pieno rispetto del principio della contrapposizione.

Un esempio per capire meglio il concetto: il fegato grasso, ha una tendenza amarognola molto decisa, il vino in abbinamento deve essere talmente morbido…  che  si arriva addirittura nel mondo dei  vini dolci…


L’abbinamento per tradizione

asparagi e vespaiolo
Comments: 0

 

Oggi parliamo di abbinamento per tradizione o  territoriale. Un esempio tipico è quello del “bacalà alla vicentina” con Vespaiolo o Durello. Altro piatto tipico: la gallina padovana in tocio de vin rosso dei Colli Euganei… ma ce ne sono davvero tanti.

Bello sarebbe  ritrovarli un po’ tutti: se ne conoscete qualcuno, scrivetelo che magari approfondiamo  e cercheremo di capire insieme il motivo di certi abbinamenti.


Sabato 6 aprile, anteprima Vinitaly

vinitaly
Comments: 0

Dal 7 al 10 aprile presso la Fiera di Verona riaprirà le porte Vinitaly.
Si tratta di un evento centrale nel campo del vino, che ogni anno richiama migliaia di espositori e visitatori da tutto il mondo.

Per rivivere l’atmosfera di questo grande evento vi proponiamo una giornata di degustazioni.
Con un giorno di anticipo, il 6 aprile vi presenteremo in anteprima alcuni dei vini presenti ai banchi d’assaggio del Vinitaly.

In particolare potrete degustare:

5 sisters – Villa Angarano (Veneto, vino a sostegno della campagna contro il tumore al seno)

Salgarone – Maculan (Veneto)

Tintillia – Cantine Cipressi (Molise)

Asprinio Frizzante – I Borboni (Campania)

Vernaccia di Oristano DOC – Cantina Attilio Contini (Sardegna, vino con ossidazione)

Ciliegiolo – Az. Agr. Carla Benini (Toscana, Maremma)

 

Il 6 aprile venite a trovarci nella nostra enoteca, potrete avere un piccolo assaggio di uno degli eventi più importanti del mondo del vino. Degustazione libera per tutto l’orario di apertura (9-12:30 e 15:30-19:30)


Aspettando Pasqua. Sabato 23 marzo: Focaccia, Colomba, vini dolci

loison
Comments: 0

Un appuntamento speciale per gustare i dolci pasquali nel perfetto abbinamento enologico. Sabato 23 marzo, vigilia della domenica delle Palme, proponiamo per tutta la giornata una degustazione di Focaccia Loison e Colomba Pasquale Loison.

Accosteremo due vini:

Recioto di Gambellara DOCG Spumante  Metodo Classico 24 mesi Virgilio Vignato

Moscato Fior ‘Arancio Colli Euganei DOCG Il Pianzio

Degustazione libera per tutto l’orario di apertura del negozio (ore 9-12:30 e 15:30-19:30).


Un nuovo spazio dedicato alle degustazioni

abbinamento
Comments: 0

L’abbinamento cibo-vino è un matrimonio d’amore in cui si fondono, esaltandosi a vicenda, la personalità del piatto e quella del vino. Le sensazioni provocate dal cibo e quelle suggerite dal vino devono armonizzarsi senza che l’uno prevalga sull’altro.

In questo spazio vi forniremo nozioni semplici ma basilari per creare un abbinamento perfetto.

L’arte dell’abbinamento cibo-vino è stata affrontata in maniera differente dalle varie scuole europee. La scuola Inglese sostiene l’assoluta indipendenza da ogni scelta; ciascuno di noi deve lasciarsi guidare dal proprio gusto e dalle proprie preferenze.

Concettualmente giusto, ma pensate ad un vino passito, perché siete degli amanti di questo vino, con della carne alla brace: è un “matrimonio” da non farsi assolutamente!

La scuola Francese sull’abbinamento cibo-vino ha per base sempre il gusto personale, ma ha anche elaborato delle “regole” che rappresentano una guida per evitare di compiere errori grossolani. Per esempio nessun vino liquoroso va servito con carni rosse e selvaggina, un grande vino rosso non va servito con pesce e crostacei, i vini leggeri vanno serviti prima dei vini corposi e robusti e via così.

La scuola Italiana ha approfondito il tema dell’abbinamento cibo-vino considerando tutte le caratteristiche olfattive e gustative sia del cibo che del vino. Così facendo si è giunti a quattro tipologie di abbinamento:
- abbinamento per tradizione
- abbinamento per contrapposizione
- abbinamento per concordanza di sapori
- abbinamento legato alle stagioni

Il grande Veronelli, definiva gli abbinamenti territoriali, matrimoni di grande amore. Uova e asparagi con il Vespaiolo è un abbinamento di tradizione e di territorio. Ciò non toglie che ci potrebbero essere degli accostamenti meno tradizionali e più appropriati.


Categorie

Archivio notizie

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti alla nostra newsletter: ti invieremo inviti e notizie sulle nostre degustazioni.

Per farlo clicca qui

Link utili